Ai tempi del Ducato di Parma, nel 1700, risalgono le prime notizie di questa varietà dalla polpa consistente, la cui coltivazione si diffuse rapidamente fino alla provincia di Reggio Emilia.